La finale di Europa League tra la Roma e il Siviglia si giocherà allo stadio Olimpico di Roma, permettendo ai tifosi giallorossi di assistere alla partita. Dopo una settimana di incertezze, i romanisti che non erano riusciti a ottenere un biglietto per la sfida in programma a Budapest, potranno sostenere la propria squadra nel proprio impianto di casa, il Foro Italico. Questa decisione ripropone la stessa atmosfera vissuta il 25 maggio 2022, quando la Roma vinse la Conference League nello stesso stadio. I tifosi giallorossi si ritroveranno nuovamente nel Foro Italico per incoraggiare la squadra di José Mourinho in una sfida che potrebbe regalare loro il secondo trofeo consecutivo, un risultato straordinario per la Roma. L’autorizzazione per l’apertura dello stadio è stata firmata dalla Questura dopo la richiesta della Roma a Sport e Salute, l’ente che gestisce l’impianto. Gli esperti sono già al lavoro per garantire il mantenimento del terreno di gioco in vista della partita contro lo Spezia, in programma il 4 giugno. Le precedenti ipotesi di utilizzare piazze come Piazza del Popolo, il Circo Massimo o Piazza San Giovanni sono state scartate perché considerate troppo impattanti per la città. La Roma ha ufficialmente annunciato l’apertura dell’Olimpico attraverso un comunicato sul proprio sito web. I biglietti per la finale di Europa League sono disponibili all’acquisto al prezzo di 14€ per gli abbonati e 20€ per il pubblico generale. Pochi minuti dopo l’inizio delle vendite, già 6.000 persone si trovavano in coda online. Si raccomanda a tutti i tifosi di rispettare l’ordinato deflusso dallo stadio al termine della partita, indipendentemente dall’esito del match, e di evitare di tentare di entrare in campo. Infatti, il 4 giugno è in programma l’ultima partita di campionato contro lo Spezia. Nel frattempo, migliaia di romanisti stanno cercando un modo per raggiungere l’Ungheria e assistere alla partita alla Puskas Arena. I voli diretti sono esauriti da tempo e i tifosi stanno organizzando viaggi complessi, tra treni e aerei, o stanno optando per minivan da Roma. I biglietti messi a disposizione del club sono stati esauriti in poche ore, quindi molti stanno cercando di procurarsene uno, anche a prezzi elevati. Alcuni tifosi, indipendentemente dal possesso del biglietto, hanno già deciso di partire per Budapest. Quello che conta per loro è essere presenti e rimanere il più vicino possibile alla squadra.