Corriere della Campania

El Clásico in Copa Libertadores

Ci siamo. Neanche 24 ore e comincerà la doppia sfida per l’assegnazione della Copa Libertadores. Fin qua, nulla di strano. Peccato che a contendersi il più importante trofeo continentale sudamericano ci siano Boca e River

Ecco appunto. Boca Juniors – River Plate, le due squadre più importanti e più titolate d’Argentina, quelle che hanno visto nascere (calcisticamente) i più grandi campioni (Maradona, Crespo, Tevez… giusto per fare qualche nome). El Superclasico, una delle partite più sentite a Buenos Aires che comincerà con la gara di andata proprio domani sera alle ore 21.00 italiane (diretta DAZN) alla Bombonera, il tempio dei giallo-blu. 

Nate entrambe nel quartiere portuale de La Boca, le due squadre hanno però origini sociali molto diverse. Il Boca è la squadra del popolo, dei ceti più bassi, infatti fu fondata da un gruppo di immigrati genovesi (da cui prendono anche il nome Xeneizes); mentre il River è la squadra dell’aristocrazia, dei più ricchi (non a caso in patria sono chiamati i Millonarios). 

Articoli correlati

Essere di una delle due e odiare l’altra è quasi uno stile di vita, un qualcosa di viscerale, che solo chi è di Buenos Aires può capire: coreografie spettacolari, cori per 90 e passa minuti, sfottò…come il celebre “RiBer décime que se siente“, creato dagli Xeneizes dopo che il River fu retrocesso in Primera Nacional (la nostra serie B). 

La finale è alle porte e per chi ama il calcio, non può perdersi questa sfida (la prima in assoluto nella storia dei club). La Bombonera chiama, e dopo 14 giorni, il Monumental risponderà.

Unica pecca: trasferta vietata per gli ospiti sia all’andata che al ritorno. 

E voi? Per chi farete il tifo?

I commenti sono chiusi.