Corriere della Campania

B-Campania: Benevento beffato al 95′! L’Avellino vince un derby stupendo

BIgilia di Natale per il calcio italiano, con un vero e proprio tutti in campo per la Serie B. Per le squadre campane turno intensissimo. Il Benevento va ospite a Frosinone per giocarsi uno scontro al vertice di grande importanza. Avellino e Salernitana si affrontano nel derby per non sprofondare.

Articoli correlati

Frosinone – Benevento
Il Benevento parte male contro un Frosinone subito arrembate, i ciociari colpiscono un palo già al secondo minuto. Ma per Baroni sembra un pomeriggio no anche per la sfortuna. Prima è costretto a sostituire De Falco infortunato, poi il Frosinone passa in vantaggio. Al 28′ è Kragl con un insidiosissimo calcio di punizione a battere Cragno. Gli ospiti reagiscono, ma nel tentativo di calciare verso la porta si fa male anche Ciciretti. Per il Benevento altro cambio obbligato con l’ingresso di Puscas. La reazione della squadra di Baroni c’è, ma il Frosinone regge bene.
Inizio di ripresa scoppiettante. Al 52′ il Benevento trova il pari con Lucioni di testa, il centrale gira in rete una punizione di Melara. L’equilibrio dura appena otto minuti. Al 60′ Dionisi dal limite dell’area batte Cragno con una conclusione magistrale. Le emozioni non si fermano e al 73′ il Benevento ritrova il pari su rigore. Ariaudo stende in modo evidente Ceravolo in area, lo stesso centravanti si presenta sul dischetto e trova il 2 a 2. Nei quattro minuti di recupero arriva la beffa per gli ospiti. A tempo ormai scaduto, siamo al 95′, il Frosinone batte un ultimo calcio d’angolo  sul quale Dionisi tocca quel tanto che basta per dare la vittoria ai padroni di casa.

Avellino – Salernitana 3 – 2
L’Avellino parte più convinto, ma la prima fase di gioco è di studio per entrambe e ricca di sospensioni. Per l’Avellino arrivano dei problemi quando Asmah è costretto a lasciare il terreno di gioco in anticipo per infortunio. Al 17′ sono i lupi a passare in vantaggio con Jidayi, che impatta di testa un calcio di punizione di Verde. I padroni di casa giocano meglio e sfiorano il gol con Ardemagni, ma poi perdono anche Gonzalez per infortunio, entra Donkor. Parapiglia nel finale di tempo. Al 44′ la Salernitana invoca un calcio di rigore per un tocco di mano su una punizione di Rosina, ma l’arbitro non fischia. Tre minuti dopo proprio la Salernitana rimane in dieci. Mantovani strattona Ardemagni e si fa espellere, sulla stessa punizione Verde trova Ardemagni che realizza il raddoppio per i lupi.
Ad inizio ripresa la Salernitana cerca il pari, mentre l’Avellino va a caccia del tris. Al 63′ è la Salernitana con Busellato a trovare la rete, lancio ispiratore straordinario di Rosina. Al 23′ altro problema per i padroni di casa, Belloni rimedia il secondo giallo e si fa espellere, dieci minuti espulso anche Novellino. Finale incredibile al Partenio. Al 45′ l’Avellino cala il tris con Verde, ma un minuto dopo Djimsiti atterra in area Busellato e trova il calcio di rigore. Dopo le proteste al 48′ Donnarumma spiazza Frattali. Nel finale Verde tiene il pallone lontano dalla propria area, altra giocata decisiva dell’autore di 2 assist e un gol. L’Avellino trova il 3 – 2.

I commenti sono chiusi.