Corriere della Campania

B-Campania: Benevento da sogno! Ciciretti nel finale lancia i giallorossi soli al terzo posto

Il Monday night della Serie B concede un’occasione d’oro al Benevento. I campani ospitano il Cesena e possono puntare al terzo posto solitario, ad appena un punto dalla seconda piazza. La gara? Sulla carta facile, in casa con il Cesena terz’ultimo.

A sorpresa parte bene il Cesena, che trova subito la prima occasione al 3′ con Dalmonte, ma poi il Benevento prende il controllo della gara e domina, commettendo però un grave peccato: non segnare. Prima Dal Pinto al 8′ e poi Ceravolo al 11′ sprecano due occasioni clamorose. Come si sa nel calcio un attimo può cambiare tutto, il non segnare o il lasciare uno spazio può essere un errore fatale. A Benevento così è. Sei minuti dopo l’occasione di Ceravolo è Djuric a trovare il vantaggio ospite di testa.
I padroni di casa accusano il colpo e al 25′ gli ospiti sfiorano il raddoppio. I giallorossi si riprendono e alla mezz’ora riconquistano il controllo, creano, ma purtroppo non segnano. Al 29′ è nuovamente Ceravolo ad avere una doppia buona occasione, ma prima Agazzi e poi la precisione mancante dicono no al centravanti di Baroni. Al 36′ brivido lungo che corre sulla schiena dei tifosi di casa. Gol del Cesena. Ma la rete è annullata per fuorigioco di Rigione. Nel finale i padroni di casa continuano con il forcing, a tenere il pallino del gioco ed infine trovano il gol. Dopo una serie di conclusioni in area di Ceravolo e Falco, salvate sulla linea da Agazzi e Balzano, è Chibsah che la mette in rete. Nel finale è ancora Ceravolo in contropiede a sprecare. La prima frazione termina dunque sull’uno a uno.
Il primo tempo del Benevento è a tratti ottimo, sicuramente migliore di quello del Cesena. L’incapacità di andare in rete è però grande e rischia di incidere su una gara che può valere tanto. Di contro il Cesena è abilissimo a sfruttare la minima chance, con un Djuric sempre incisivo là davanti.

Articoli correlati

Nella ripresa il Benevento è più propositivo, ma il Cesena contiene bene e diviene pericoloso quando attacca. Nella prima mezz’ora sono proprio gli ospiti ad avere più occasioni da gol. Ad inizio secondo tempo con Dalmonte, al 75′ prima Kone e poi Cinelli sciupano due occasioni consecutive. Al 78′ ritrova un varco il Benevento con Falco, ma la sua conclusione si spegne sul fondo. Nel finale le squadre stanche sbagliano molto, ma i padroni di casa gettano il cuore oltre l’ostacolo e trovano il gol vittoria al 84′ con Ciciretti. Azione insistita di Gyamfi che serve in area Ciciretti, il fantasista con una perfetta conclusione a giro batte Agazzi.
Negli ultimi minuti viene allontanato Baroni per un diverbio con Balzano, ma i campani reggono anche senza il loro timoniere. L’unico sussulto arriva in extremis con Di Roberto, ma Ventui e Cragno limitano i danni. Così la gara si conclude sul 2 – 1 per il Benevento.

Per il Benevento il sogno continua davvero, adesso sono soli al terzo posto e ad appena tre punti dal primo posto, occupato dallo strafavorito Verona. In estate nemmeno i più ottimisti avrebbero pensato all’esordiente campana così in alto, così vicino alla squadra più attrezzata per arrivare in A. Sembrava essere cominciata una crisi, ma ora l’hanno superata e sono ad un passo dal sogno in termini di punti, ma la strada è lunghissima e durissima in questa Serie B. Ora non c’è niente da perdere, se non vivere il sogno con serenità, di partita in partita continuando a giocare come hanno fatto. Non serve pressione, non serve aspettativa. Serve entusiasmo, incoraggiamento e apprezzamento, comunque vada.

I commenti sono chiusi.