Corriere della Campania

Avellino: Inizia ufficialmente l’era Novellino, il tecnico: “Una grossa responsabilità”. Lieve contestazione dei tifosi

Dopo l’addio di Toscano e di tutto il suo staff ad Avellino si cambia rotta. Tecnico nuovo ed esperto, che lega alcuni dei ricordi più belli della sua carriera proprio alla Campania, con la promozione del Napoli dalla B alla A. Ma soprattutto un tecnico campano, anzi proprio irpino. Ora certo non si chiederà a Novellino il salto, ma di tentare di tenere la categoria con una squadra che può, ma non ha fatto abbastanza sin qui. Con Toscano appena 16 punti, uno a partita, arrivati con 4 vittorie, 4 pareggi e ben 8 sconfitte in cui sono 21 reti subite ed appena 9 segnate.
Di seguito il comunicato ufficiale con cui la società ha annunciato l’arrivo del nuovo tecnico sul proprio sito internet ufficiale.

L’U.S. Avellino comunica che il Sig. Walter Alfredo Novellino è il nuovo allenatore della prima squadra. Il tecnico, nato a Montemarano (Av) il 4 giugno 1953 e che – tra le altre – ha allenato negli anni passati Napoli, Sampdoria, Torino, Modena e Palermo, nella giornata di oggi dirigerà la prima seduta di lavoro (ore 15:45, ingresso per stampa e tifosi in tribuna Montevergine) e sarà presentato ai rappresentanti degli organi di informazione, presso la sala stampa dello stadio Partenio-Lombardi, a partire dalle ore 14:45.
Il tecnico Novellino lavorerà insieme con lo staff (accordo fino a giugno 2017) così composto: Eduardo Imbimbo (vice allenatore), Antonio Nardi (preparatore atletico), Carmine Amato (preparatore dei portieri) e Simone Tomassoli (collaboratore tecnico). 

Il nuovo tecnico si è  concesso ai microfoni per la sua prima conferenza stampa ufficiale con i lupi. Argomento centrale i suoi natali irpini, che creano un senso maggiore di responsabilità, dimostrato con il rifiuto di un’opzione sul contratto per il prossimo anno. Il tecnico ha scelto di firmare sino a giugno, poi si vedrà. Da annotare una piccola contestazione fuori allo stadio Partenio all’arrivo del tecnico per la conferenza stampa tenutasi nella sala stampa dello stadio. Di seguito riportiamo un estratto della stessa.

Articoli correlati

“Da irpino, sento ancora di più la responsabilità. Voglio conquistarmi la fiducia sul campo, non sono qui alla ricerca di un ingaggio.”

“Quando ho sentito il nome di Avellino mi sentivo in dovere di venire nella mia città – ha spiegato Novellino – sono di Montemarano ma in passato qualcuno ha frainteso le mie parole: i miei genitori non avevano lavoro qui e sono emigrati a Milano”.

“Se sono qui è perché qualcosa non è andata per il verso giusto – ha detto Novellino – ho molto rispetto per Toscano e credo che potremo uscire da questa situazione soltanto con il lavoro. La Serie B è un campionato in cui adesso sei su e un attimo dopo puoi ritrovarti giù. Qui c’è una struttura che consente ad un allenatore di lavorare bene. Ho grande voglia di rimettermi in gioco”.

“Ho sempre vinto con il 4-4-2. Ma non è un dogma – ha precisato – i ragazzi hanno bisogno di certezze e io devo dargliele. In questo momento è più importante la testa al di là delle qualità tecniche che ci sono in questa squadra. Basta una vittoria per sbloccarsi”.

I commenti sono chiusi.