Corriere della Campania

B-Campania: Super Benevento, bene Avellino e Salernitana

Quindicesimo turno di serie B favorevole alle tre squadre campane, con una vittoria roboante del Benevento sul Brescia, quella importante dell’Avellino sul Pisa e il pareggio della Salernitana a Latina.
La prestazione che fa più parlare e esaltare è sicuramente quella dei giallorossi. Gli uomini di Baroni vincono con un sonor 4 – 0 sul Brescia, stazionabdisu ad appena tre lunghezze dalla coppia di testa Verona e Frosinone. Il Benevento vince anche grazie ad una doppia superiorità numerica, ma ciò non deve far apparire la vittoria meno meritata. I campani, infatti, mettono sotto le rondinelle sin dall’inizio, con Chinsah padrone del centrocampo e sempre più giovane stella in maturazione. L’unica pecca per i ragazzi di mister Baroni è  di aver maturato le quattro reti con ritardo, sprecando tante occasioni per più di un’ora. Il raddoppio arrivato solo al 78′ è l’unico neo di giornata, visto che in circostanze diverse e in una sfida ad uomini pari sarebbe stato più rischioso sprecare tanto e restare con una sola rete di vantaggio per tanto tempo.
Detto ciò il Benevento, esordiente in B, ora può davvero iniziare a sognare con concretezza e non può più nascondersi. Sarà sicuramente difficile inseguire le prime due poltrone della graduatoria, che valgono la promozione diretta, ma l’agguantare la zona playoff è sempre più una possibilità concreta.

Articoli correlati

L’Avellino ritrova la vittoria dopo aver collezionato un punto nelle precedenti tre sfide. Con il successo di misura sul Pisa gli irpini lasciano momentaneamente la zona playout, ma la distanza è di appena un punto. La vittoria è comunque importante ed evita l’ingresso definitivo in un periodo di crisi. La squadra di Toscano palesa ancora una volta una grande difficoltà nel trovare la rete, creando non molte occasioni pericolose pur contenendo gli avversari. L’Avellino, infatti, nelle ultime sette gare ha subito sei reti, ma la metà le ha presa tutte insieme nel match contro la Spal; il vero problema è che in sette gare ha fatto appena cinque reti. Sicuramente oggi il Pisa non rappresenta l’avversario più temibile della categoria e la vittoria non è stata figlia di una prestazione sontuosa, ma è comunque importante per il morale, arriva contro un’avversaria diretta e serve per tentare di imboccare la via giusta per mantenere la categoria.

A Latina bella gara e pareggio giusto, ma che non serve a nessuno. La Salernitana nel primo tempo parte bene e sembra giocare meglio, ma poi i padroni di casa crescono ed impegnano Terraciano seriamente. Solita Salernitana che crea, ma non segna, rischiando poi di farsi fare il gol. Nella ripresa cresce di più il Latina, che trova il giusto vantaggio, ma poi si fa riagguantare da Coda. Nel finale sono i padroni di casa ad avere maggiori rimpianti e alla fine gli uomini di Sannino, espulso nel corso dei novanta minuti, non escono sconfitti ma trovano un punto che serve a poco. La squadra amaranto mostra la solita è costante immaturità, con i playoff lontani quattro punti, ma i playout ad appena due, incapace di trovare una serie positiva di risultati.

I commenti sono chiusi.