Corriere della Campania

B-Campania: Litteri annienta una Salernitana bella, ma in dieci per un’ora

La squadra di Sannino cade in trasferta contro il Cittadella e torna nuovamente in piena zona playout. La caduta libera in classifica potrebbe essere aggravata anche dalla possibilità che Avellino e Ternana, ad appena un punto di ritardo dagli amaranto, facciano punti tra domani e lunedì rispettivamente contro Frosinone e Benevento.

La gara si disputa su un terreno pesante a causa della pioggia copiosa, cosa che ovviamente influisce sul gioco delle due compagini. Entrambe arrivano non al meglio, con una mancanza di continuità nei risultati ed una ricerca d’identità ancora non conclusa.
In realtà la Salernitana parte meglio, seppur a piccoli passi, con Rosina e Coda sicuramente più propositivi degli uomini d’attacco di casa. Ma in realtà nei primi venticinque minuti non accade nulla di concreto. La prima mezza occasione arriva proprio al 26′ per gli ospiti. Coda di testa viene fermato da un superintervento dell’estremo difensore del Cittadella.

Articoli correlati

La gara cambia volto al 37′ quando Tuia viene espulso per doppio giallo lasciando la Salernitana in dieci. Il Cittadella, senza nemmeno forzare troppo, prende il controllo della gara e dopo due minuti con Litteri passa in vantaggio. I padroni di casa approfittano della superiorità numerica e senza nemmeno applicarsi troppo rischiano di raddoppiare prima della fine del primo tempo, prendendo in mano il pallino del gioco.
Nella ripresa la gara sembra riprendere sulla falsa riga della fine della prima frazione. Ancora Litteri, dopo otto minuti di gioco, trova il raddoppio. L’attaccante dà così il colpo del K.O. alla squadra di Sannino.

La Salernitana tenta anche la reazione e tra il 56′ e l’83 le occasioni sono solo sue, ma il portiere del Cittadella è ancora formidabile come nel primo tempo su Coda. Alfonso si supera con tre interventi al limite dell’incredibile su Donnarumma, rispettivamente al 68′, al 73′ e al 83′. Nel mezzo anche due occasioni di poco a lato di Coda e Busellato.
Il Cittadella che negli ultimi trentacinque minuti di gara fa poco o nulla, salvandosi solo grazie al suo portiere ,rischia poi di calare addirittura il tris con Salvi al 88′. Ma il 3 – 0 sarebbe stato davvero troppo pesante e gli dei del calcio spediscono la conclusione sul palo.

Per la Salernitana dopo quattro pareggi arriva una sconfitta immeritata soprattutto figlia dell’uomo in meno. Per gli amaranto ancora tanti rimpianti per le tante, troppe occasioni create e non concretizzate e per dei gol presi ma evitabili. La stagione per Sannino e i suoi non decolla, nonostante il bel gioco spesso mostrato. Ora la classifica potrebbe diventare nuovamente molto pesante e l’allenatore potrebbe essere messo in discussione.

I commenti sono chiusi.