Corriere della Campania

B-Campania: Derby alla Salernitana! Battuto il Benevento 2 – 1

Napoli – Con una formula un po’ british il derby campano di serie B fra Salernitana e Benevento va in scena nell’inconsueto orario delle 17:30. I giallorossi. esordienti in cadetteria. stanno stupendo tutti. Una vittoria nella sfida tutta campana potrebbe valere il secondo posto a pari merito con il Verona e il meno uno dalla capolista Cittadella, a seguito del pareggio dei gialloblu con il Brescia e della sconfitta del Cittadella con il Frosinone. I padroni di casa cercano invece punti pesante per staccarsi dalla zona rossa della classifica. Gli amaranto hanno raccolto sin qui appena sei punti e senza fare risultato nel derby finirebbero in piena zona retrocessione, ad appena un punto di distanza dall’ultima piazza della classifica occupata dal Trapani.

Articoli correlati

A sorpresa sono i padroni di casa che partono forte, fanno gioco e con un ritmo serrato mettono alle strette il Benevento. Rosina, Coda ed Improta si rendeno pericolosi sin da subito e già al 10′ arriva la prima pala gol. Rosina viene pescato in area di rigore, finta mandando a vuoto il marcatore e scaglia un tiro a botta sicura deviato in angolo da Gori. La Salernitana è in pieno dominio della gara e le occasioni continuano ad arrivare. Al 14′  Vitale avanza sulla fascia, sterza all’interno e serve Improta, che con con il destro centra in pieno la traversa. La palla termina sul fondo. Gli ospiti tentano rarissimi e timidissime sortite offensive con Ceravolo e Jakimoski, ma sono i padroni di casa ad avere il pallino del gioco. Al 19′ episodio da moviola: Coda in area di rigore prova un tiro cross che si sarebbe infranto secondo l’attaccante sul braccio di un avversario, per il direttore di gara si può continuare. Vitale è letteralmente scatenato e manda più volte fuori giri la retroguardia del Benevento. I padroni di casa, però, nonostante il dominio assoluto non riescono a trovare un vantaggio che sarebbe meritatissimo. Al 29′ altro pericolo sulla sinistra dell’area ospite, stavolta con Zito. L’esterno amaranto entra in area dal lato mancino e mette in mezzo, Rosina tutto solo calcia malissimo favorendo l’intervento di Pezzi. Il vantaggio arriva, finalmente, due minuti dopo.
Al 31′ Rosina batte l’angolo direttamente verso l’area, Zito mette al centro di testa per il sinistro di Della Rocca che trova il vantaggio. Salernitana 1 – Benevento 0.
Passa appena un minuto e il Benevento si salva con Gori, che deve impegnarsi per non prendere gol. Ma sul ribaltamento di fronte arriva la prima chance ospite. Ceravolo prova a botta sicura ma Terracciano dice di no, mandando in angolo con un gran colpo di reni. Partita bellissima. La gara diventa bellissima. Ritmo alto, occasioni frequenti e le due squadre che si affrontano a viso aperto. Vitale e Zito mettono ancora in difficoltà il lato destro della retroguardia giallorossa, Ceravolo e Ciciretti tentano di accendere la luce nell’attacco del Benevento.
Al 42′ però i padroni di casa trovano il raddoppio. Zito raccoglie la sfera in area e conclude guadagnando un angolo, sugli sviluppi palla sul piede di Luiz Felipe – in prestito dalla Lazio – che tutto solo buca Gori per la seconda volta. Salernitana 2 – Benevento 0.
La prima frazione termina senza sussulti con i padroni di casa in vantaggio per due reti a zero.
Nella ripresa sembra essere uscito un altro Benevento dagli spogliatoio. Nei primi dieci minuti c’è un vero dominio ospite, eccezion fatta per una bella giocata di Coda. Dalle trame di gioco dei giallorossi nasce una clamorosa occasione al 55′. Cissé ruba palla e mette in mezzo, Ceravolo controlla e centra la traversa. Il Benevento cresce molto, ma la Salernitana regge bene e controlla la gara. Rosina, Zito e Vitale continuano comunque a creare problemi ai giallorossi. Per gli ospiti e Buzzegoli uno dei più attivi ed intraprendenti. Al 75′ arriva una clamorosa occasione per la Salernitana.  Errore incredibile di Pezzi che serve Coda, l’ex Parma salta Gori ma poi temporeggia nel tirare a porta vuota e quando si decide trova il salvataggio sulla linea di Lucioni. Per la Salernitana rammarico enorme per un gol che avrebbe chiuso definitivamente i giochi, per il Benevento un miracolo che tiene accesa una flebile fiamma di speranza. Al 80′ arriva la più grande occasione ospite sin qui.  Ancora palla in avanti per Buzzegoli, che non si fida del suo sinistro, sposta la palla sull’altro piede e prova un tiro a giro abbondantemente fuori dallo specchio della porta. Il Benevento tenta l’assalto finale e sfiora ancora la rete al 85′. Cissé riceve in area di rigore controlla e prova un destro in diagonale che termina sul fondo. Con l’insistenza e una reazione clamorosa alla fine il Benvento accorcia le distanza.
Al 87′ è capitan Lucioni che con uno stacco imperioso sugli sviluppi di un corner riapre la gara, mandando in rete un pallone che sembrava perso.
La Salernitana però soffre, si difende bene e nel finale trova anche un’ultima occasione con Ronaldo. Al 94′ Botta da fuori del giocatore entrato al posto di Ziro, la palla si spegne sul fondo. La gara finisce così dopo quattro minuti di recupero. Vittoria sorprendente per la classifica, ma meritata per i padroni di casa. La Salernitana ha dominato per quasi tutta la gara e il 2 – 1 le sta anche stretto per come ha giocato per settanticinque minuti. Una vittoria importnate che allontana gli amaranto dalla zona pericolo e potrebbe forse essere l’inizio di una classifica più giusto per le potenzialità di questa squadra. Male il Benevento, che a tratti è sembrato non essere sceso in campo. I giallorossi hanno avuto una lenta reazione sia nel primo tempo che poi nella rispresa, quando oramai il forcing finale difficilmente sarebbe servito a qualcosa. Per i giallorossi un’enorme occasione sprecata visto il flop del Cittadella e il pareggio del Verona. Apprezzabile la reazione, anche se tarda, indice del carattere forte di questo gruppo, ad oggi comunque impossibile da criticare per il campionato che sta facendo.

I commenti sono chiusi.