Corriere della Campania

B-Campania: Vola il Benevento, bene la Salernitana e pareggio per l’Avellino

Napoli – Benvenuti nel nostro nuovo angolo dedicato esclusivamente alle squadre campane impegnate in questa stagione nel campionato di Serie B. Le tre compagini, come ben saprete, sono tre: Salernitana, Avellino e il debuttante Benevento.
Ma lasciando da parte le chiacchiere inutili e andando subito al sodo ecco di seguito uno squarcio sulla giornata di Serie B che ha visto impegnate le tre compagini.

Al San Nicola di Bari va in scena il vero big match di questo pomeriggio di B. I padroni di casa ospitano infatti il sorprendente Benevento. Le due squadre sono appaiate in piena zona promozione ad 8 punti e la vittoria dell’una o dell’altre potrebbe valere le zone altissime della classifica.
Nel primo tempo partono subito forte i pugliesi con il bomber Manier che già al terzo minuto sfiora la rete. Sulla conclusione si esalta il portiere Cragno. Al nono però gli ospiti rispondono con il solito Ciciretti che esalta i riflessi dell’altro estremo difensore in campo, Ichazo. La sfida è un botta e risposta continuo. Al dodicesimo Melara spreca per il Benevento da pochi passi, ma giò al sedicesimo Maniero colpisce di testa il palo su assist di Brienza. Al trentaduesimo è ancora il Benevento a sfiorare la rete. Conclusione di Melara, respinta sulla quale Ciciretti si fionda mandando clamorosamente a lato.
Poco dopo la mezz’ora ancora una buona occasione per parte, stavolta nata dall’estro dei centrocampisti. Prima è Buzzegoli a mettere in difficoltà Ichazo, prima che Fedele per il Bari metta in difficoltà Cragno.
Al termine della prima frazione si va a riposo sullo 0 – 0.
Nella ripresa partono fortissimo i padroni di casa. Al cinquantesimo è Brienza a sfiorare il gol e al cinquantasettesimo Maniero tutto solo spara su Cragno. Due minuti dopo però cambia la partita: Rigore per il Benevento. Ceravolo si procura il rigore che poi trasforma. Bari 0 – Benevento 1. 
Al settantesimo è ancora Brienza ad insidiare Cragno, che però ancora una volta si esalta. Ma cinque minuti dopo il Bari capitola. Contropiede perfetto orchestrato da Cissè che manda in rete Buzzegoli, che aveva avuto un’altra buona occasione sventata da Ichazo appena un minuto prima. Bari 0 – Benevento 2.
Due minuti dopo ancora Cragno, strepitoso, evita la rete per il Bari con un miracolo sul neo entrato Martinho.
Ma all’ottantesimo si ripete il copione visto cinque minuti prima: contropiede Benevento con Cissè che serve perfettamente Ciciretti. Il numero dieci non si lascia pregare e porta gli ospiti sul 3 – 0.
Il Bari però è caparbio e non molla. I padroni di casa tentano di riaprire la sfida, ma Cragno è insuperabile. Il portiere beneventano dice no al ottantaquattresimo a Martinho e all’ottantaseiesimo a Fedele.
Al novantesimo il Benevento dilaga. Azione di Ciciretti sull’esterno. Doppio passo e cross del numero dieci ospite che trova Jakimovski per il pesantissimo 4 -0.
Il Benevento sempre più sorprendente vola al secondo posto il classifica a pari merito con il Pisa ad 11 punti. Davanti il solo Cittadella imbattuto a 15 per un podio impensabile questa estate.

Articoli correlati

160304409-fe5e9b05-aaad-4855-a5f6-e005d4acd30bLa Salernitana ospita il Trapani per una sfida thriller. I campani scendono in campo con appena 3 punti conquistati sino ad ora contro i non molto più esaltanti cinque punti dei siciliani.
Gli amaranto partono forte con Donnarumma che al quinto sfiora subito il vantaggio. L’attaccante è frenato da Guerrieri sulla cui conclusione si fionda Coda, ma un clamoroso salvataggio sulla linea impedisce ai padroni di casa di passare in vantaggio.
La rete però è rimandata di appena due minuti. Al settimo proprio Coda serve in mezzo per Vitale che non sbaglia. Salernitana 1 – Trapani 0.
Passano appena quattro minuti e la Salernitana raddoppia. Cross proprio del primo marcatore Vitale e colpo di testa vincente di Donnarumma. Salernitana 2 – Trapani 0.
Sembra esserci realmente una squadra in campo. Al ventottesimo è Lavarone a tentare la conclusione, che però non crea troppi problemi a Guerrieri. Al quarantesimo è invece ancora Vitale a sfiorare il 3 – 0. Sulla conclusione vincente dell’esterno è proprio l’estremo difensore siciliano ad evitare il tracollo per i suoi.
Il primo tempo termina così con il risultato di 2 – 0 per i padroni di casa, assoluti dominatori.
Nella ripresa si vede per la prima volta il Trapani pericoloso in avanti. Al cinquantaduesimo è Colombo che calcia al lato la prima vera occasione ospite.
La gara ristagna e le occasioni latitano. Si deve arrivare al settantaseiesimo per trovare un’altra vera occasione da gol. E’ Coda della Salernitana a sfiorare ancora una volta il 3 – 0 per i suoi. Da qui in poi la gara non vive più grosse emozioni. Fra qualche cambio e qualche fallo i padroni di casa si tengono in attacco limitandosi per lo più a controllare, portando in porto una importantissima vittoria.
La Salernitana sale a sei punti in classifica, prendendo una vera e propria boccata d’ossigeno, che serve ad allontanarsi dalla zona rossa.

160053265-f093192f-2bed-48d7-b128-253f837c9ab2L’Avellino va ospite a Vicenza, per uno scontro di squadre in vera e propria crisi. I campani sono infatti fermi ad appena 2 punti in classifica, i veneti con 4 non vivono comunque giorni tranquilli.
La gara è però anonima, priva di spettacolarità e con molti falli da parte degli ospiti- a fine gara saranno ben sette gli ammoniti dell’Avellino.
L’Avellino sembra più propositivo in attacco e all’ottavo trova la prima vera occasione con Ardemagni. Il bomber di testa manda sul fondo. Al ventitreesimo rispondo i veneti: su tiro di Piazza la difesa avellinese manda in angolo. Due minuti dopo su angolo per l’Avellino è D’Angelo a testare i riflessi di Benussi.
Nel finale di tempo è Ardemagni a sprecare clamorosamente. L’attaccante ospite si fa prima recuperare clamorosamente da Bogdan in area. Sugli sviluppi dell’azione si lascia ipnotizzare da Benussi, sulla cui respinta manda clamorosamente fuori di testa. 
La prima frazione termina così sullo 0 – 0 con tanti rimpianti per i campani.
Nella ripresa la gara è molto meno interessante e avara di occasioni. Al cinquantesimo il Vicenza con un colpo di testa di Bogdan sugli sviluppi di un corner non impensierisce Radunovic. Due minuti dopo i padroni di casa ci riprovano dalla distanza con Urso, ma per Radunovic non ci sono reali pericoli anche stavolta. Al cinquantaseiesimo Ardemagni di testa spreca l’ennesimo pallone della gara. Al sessantaseiesimo Soumare ci prova da fuori per l’Avellino, ma senza impensierire Benussi.
All’ottantacinquesimo arriva l’ultima occasione della gara. E’ il Vicenza a sfiorare il colpaccio con Pucino, il quale servito da un calcio piazzato di Galano manda fuori di prima intenzione.
Da qui in poi la gara scema sino al finale, per uno 0 – 0 che serve poco ad entrambe le squadre.

 

I commenti sono chiusi.