Corriere della Campania

Napoli” studente medio”: primo quadrimestre da 4…il secondo da primato!

VERONA-NAPOLI: 0-2 (INSIGNE, HIGUAIN)

REINA: 8 Interpellato in poche occasioni, non lascia dubbi: E’ lui il portiere più forte.

HYSAJ: 7emezzo. Armonizzatosi alla perfezione con il resto della squadra, sa fare bene, mostrando gara dopo gara la “sua spinta offensiva” che rafforza e intensifica la fase d’attacco.

ALBIOL: 6emezzo. La sua prima di difesa, non è felice. La sua maldestra marcatura, mette in crisi Reina. Ma è stato solo un momento di annebbiamento iniziale, estesa all’intera squadra.

CHIRICHES: 6emezzo.Non da problemi in difesa. Meno fisico di Koulibaly, ma più riflessivo del giovane senegalese.

GHOULAM: 6emezzo.Spicca nel grigiore di minuti fiacchi e discontinui del Napoli, con una prestazione equilibrata e sufficiente.

Articoli correlati

ALLAN:7. Su un campo del genere, il suo carattere calcistico granitico, si esprime alla perfezione. Nonostante le pressanti marcature sa come svincolarsi, con la facilità con cui un pugile schiva un pugno avversario.

JORGINHO: 7.È una sicurezza per il capitano, che da quando c’è lui in campo può interessarsi di più alla fase offensiva, con la sicurezza che il brasiliano gli copre le spalle alla perfezione.

HAMSIK:7emezzo. Di solito in queste partite fisiche, il capitano non riesce ad esprimersi al meglio, invece si rivela una dei migliori in campo. Se il Napoli riesce a costruire qualcosa di buono è quasi ed esclusivamente merito di Hamsik, che riesce ad impostare le azioni migliori, due delle quali si sono schiuse in goal.

CALLEJON: 7emezzo. Risparmiato da impegni nazionali, è il più pimpante ma il poco servito. Si inserisce bene e si fa trovare pronto quando interpellato nelle triangolazioni con gli altri due compagni di reparto. Sostituito da EL KADDOURI:7.Con lui cambia la partita. Arrivano i goal, arriva la tranquillità, arriva… il Napoli. La sua matura personalità calcistica non rispecchia la sua acerba età. È capace di giostrarsi benissimo al centrocampo come in attacco.

HIGUAIN: Un po’ affaticato ma lucido. Segna un paio di volte, ma l’arbitro non sbaglia e segnala in tempo il fuorigioco. La sua mordacia è una caratteristica che quest’anno lo contraddistingue ed è la sua la firma del secondo goal. Resta un campione indiscusso.

INSIGNE: 7.Gioca con leggerezza e poca grinta. Sciatto nei passaggi e sotto rete. Nervoso e poco lucido, scaccia con rabbia il pallone fuori dal campo e si becca un’inutile ammonizione. Eppure Sarri aspetta e fa bene, perché è lui che regala il primo goal della vittoria al Napoli. Il voto superiore alla sufficienza è dato dal goal e dalla buona prestazione dell’ultima mezz’ora, non dal suo atteggiamento in campo in una valutazione generale.

 

I commenti sono chiusi.