Corriere della Campania

Napoli-Dinamo Mosca: Higuain, Higuain, Higuain.

Higuain-2015Europa League. Ottavi di finale. Il Napoli ospita in casa il Dinamo Mosca. L’avversario non è da sottovalutare ed è essenziale che gli azzurri mantengano alta la concentrazione, giocandosela fino alla fine e puntando sulla qualità tecnica che la squadra azzurra possiede. Così Benitez  schiera in campo i migliori, affidandosi ai virtuosismi dei suoi solisti più in forma : Higuain, Martens e Callejon.

I PRIMI POSSONO ESSERE ULTIMI: Doccia fredda per gli azzurri nel primo minuto, con il Dinamo che passa da subito in vantaggio grazie a Kuranyi: da un calcio d’angolo, l’attaccante mette dentro di testa. A peggiorare la situazione azzurra, ci si mette anche l’infortunio di Koulibaly, frutto di una brutta caduta, che costringe Benitez ad effettuare il primo cambio. Nonostante lo shock iniziale, il Napoli prova a reagire. Buone costruzioni ma si pecca sempre nell’ultimo passaggio, nella fase di rifinitura. Anche se il primo quarto d’ora è a dir poco disastroso, gli azzurri ritrovano il nerbo di impostazione, puntando sul possesso palla per stancare l’avversario e provare a trovare spazi utili per inventare azioni-goal. Il Napoli rischia al 17 ‘ di subire un altro goal con la stessa dinamica e lo stesso protagonista del primo, ma esce fuori di poco. La porta del portiere russo sembra essere stregata. Il Napoli è attivo e dinamico, crea ed inventa, si propone e si inserisce, ma la foga e la frettolosità di pareggiare quanto prima i conti, non gioca a favore degli azzurri, innervosendoli e creando tensione. E allora ci pensa Higuain a riportare serenità in campo al 25 ‘ traducendo in goal un assist di Ghoulam. Si riparte. E il Napoli meglio del Dinamo. Infatti è Higuain a firmare il 2 a 1 al 30 ‘, inventato da un calcio di rigore, per un plateale fallo su Martens in aria.

Articoli correlati

Nel secondo tempo è il Napoli a servire un secchio d’acqua fredda al Dinamo, ancora con Higuain, che da un assist di Martens, stoppa di petto e con il destro gonfia la rete. Il Napoli è in auge e il Dinamo corre ai ripari. Negato un rigore agli azzurri per l’ennesimo fallaccio su Martens, Higuain tenta il poker con un tiro dalla distanza, ma pochi centimetri stroncano la gioia. Il Napoli attacca e fa paura. Il buon calcio degli azzurri affascina e diverte, creando così tante azioni da goal che mettono a dura prova anche i cuori dei più forti. Nonostante le tante occasioni, nessuna viene concretizzata in goal e il Napoli si accontenta di un meritato tris, tutto argentino.

CHE SPETTACOLO: Il Napoli ha disputato una gara imperfetta dall’inizio, ma perfetta verso la fine. Il goal subito nel primo minuto, ha scatenato un vortice di orgoglio e di rivalsa, che ha rovesciato l’esito scontato della gara. Dimostrando che se la qualità è accompagnata da personalità e carattere, niente è mai scontato. Il Dinamo Mosca è riuscito a tenere testa al Napoli, disputando una discreta gara. Ma gli azzurri hanno saputo reagire. E si sa, nel calcio vince chi ci mette più cuore. Ed è stata proprio la capacità collettiva di darsi forza e coraggio a vicenda, che ha permesso agli azzurri di vincere, strameritando la vittoria. Sicuramente chi non dimenticherà questo match sarà proprio il Pipita, autore di una tripletta meravigliosa, portando come da regola, il pallone a casa. E speriamo che questo cimelio lo aiuti a tenere bene in mente sempre, che straordinario campione sia.

 

I commenti sono chiusi.