Corriere della Campania

Napoli-Inter: un pareggio con demerito

Icardi-cucchiaio-650x420Reduci da una sconfitta beffarda contro il Torino, il Napoli cerca una scossa positiva contro un Inter affamata di punti, che sta cercando da divere gare, di recuperare i troppi punti persi e rimettersi in corsa per la conquista del terzo posto. Gli animi dei giocatori azzurri, non sono sereni. Non solo perché si sentono in dovere di fare il bottino pieno di punti, ma soprattutto perché il ciclone di critiche che li ha travolti dopo la sconfitta di domenica, destabilizza un ambiente che da sempre fa dell’umore una carta vincente per le vittorie.

IL CALCIO È ANCHE QUESTO: L’inizio è esplosivo. Venti minuti di calcio vero. Nessuna sovrasta l’altra ed entrambe le squadre sciorinano un bel gioco, fatto di tanti spunti offensivi e una costruzione di gioco articolata e fantasiosa. Il Napoli ha l’occasione di portarsi in vantaggio con un fallo in aria di Ranocchia su Martens. Ma l’arbitro preferisce ammonire il belga per simulazione, probabilmente ingannato dalla caduta rovinosa del giocatore azzurro. Ma il contrasto c’è stato. Il Napoli ha più inventiva rispetto ai neroblu in questo primo tempo, creando molte azioni offensive, distrutte dal talentuoso Handanovic, che dimostra tutta la sua stoffa di portiere. Il Napoli punta molto sulle accelerazioni e sulle ripartenze, sprecando troppo sotto porta. Clamoroso Higuain che sotto rete, da un assist di Mertens, mette sopra la traversa una palla che doveva solo essere sospinta in rete. Sono troppi gli errori degli attaccanti azzurri, che avrebbero potuto chiudere la gara già nella prima mezz’ora.

Articoli correlati

Dopo un primo tempo di riscaldamento, il secondo tempo è pura follia agonistica. Ed è il Napoli a dare via allo spettacolo con Hamsik che di testa mette in rete. Galvanizzato dal vantaggio, il Napoli inizia ad aggredire un Inter che cerca di difendersi come può, senza trascurare la fase offensiva, lanciando in attacco Icardi che in un paio d’occasioni sfiora il goal. Il Napoli lavora bene e il ripago arriva con Higuain, con una perla di goal: tiro parabolico da venti metri. Con una vittoria che sembrava essere blindata dal Napoli, succede l’imprevedibile. L’Inter non si lascia demoralizzare dal doppio vantaggio e da big che è, non abbassa la guardia. Adesso sono gli uomini di Mancini a fare paura, bombardando la porta di Andujar. E Palacio accorcia le distanze approfittando di una confusione nell’aria di rigore napoletana. Il Napoli è in difficoltà, va in bambola e si lascia sorprendere troppe volte dall’Inter. Il pareggio arriva su un calcio di rigore, per un fallo dubbio su Palacio. Icardi sul dischetto non sbaglia e con un tiro a cucchiaio sbaraglia le certezze del Napoli.

Napoli-Inter: 2 a 2.

GLI ERRORI NON RIPAGANO: Il Napoli è il solo responsabile di questo pareggio. Con un vantaggio di due goal e ancora tanti minuti da giocare, non è ammissibile terminare il match con un pareggio. Ovviamente è doveroso fare i complimenti all’Inter che non ha mai mollato e ha approfittato dei momenti di stallo azzurri, riuscendo ad ottenere il massimo da una partita che si era messa male. Ma se il Napoli crede ancora negli obiettivi fissati all’inizio del campionato, non si può permettere più questi scivoloni e perdere punti fondamentali, a prescindere che di fronte ci sia l’Inter o un Torino.

I commenti sono chiusi.